Doppio sogno dell’arte 

2RC fra artista e artefice
Accademia d’Arte Russa
Mosca

L’Istituto Italiano di Cultura di Mosca presenta, presso la Galleria Zurab Tsereteli (Ul. Precistenka, 19)la Mostra Doppio sogno dell’arte. 2RC – tra artista e artefice, promossa dal Ministero degli Affari Esteri Italiano e organizzata in collaborazione con l’Accademia Russa  delle Belle Arti e il Museo di Arte Moderna di Mosca.

L’esposizione, che documenta la storia dell’arte italiana e mondiale dagli anni ’60 ad oggi, testimonia la lunga attività di produzione grafica di una delle maggiori stamperie d’arte italiane e internazionali, la 2RC.

L’esposizione curata dal Prof. Achille Bonito Oliva per la Fondazione Arnaldo Pomodoro di Milano, oggi ci consente di ripercorrere questa straordinaria esperienza, portandola a conoscenza del pubblico Russo.

È dal 1959 che Valter ed Eleonora Rossi assumono il doppio sogno dell’arte nella coscienza shakespeariana volutamente e manierista indirettamente “che noi siamo un sogno in un sogno”.

Da allora con costante febbrile dormiveglia la coppia è diventata un soggetto collettivo, non semplici artigiani e fedeli esecutori, piuttosto una felice targa (2RC) che ha accompagnato il lavoro fedele e creativo insieme di due soggetti che non hanno mai spodestato gli artisti del loro ruolo di creatori. Artefici portatori di un valore aggiunto nella realizzazione grafica per l’immagine matrice dell’artista. Il lavoro di Valter ed Eleonora Rossi, come una sorta di targa automobilistica, ha viaggiato in tutto il mondo, spostandosi dall’Italia in America, in Giappone e cogliendo sempre protagonisti e giovani promesse dell’arte della seconda metà del XX secolo. Artefici e non artieri, semplici artigiani della creazione altrui, hanno sviluppato un nomadismo culturale che li ha portati all’incontro con artisti dell’astrattismo informale, action painting, Pop Art, Arte Povera e Transavanguardia. Senza contare l’incursione nel campo creativo di svariati artisti delle avanguardie storiche, europei ed americani.